PubblicAzione-Newsletter. Anno VI, N. 34/2017 10 novembre 2017

Sanita' agitata

Sindacati di categoria sul piede di guerra. “Gravi inadempienze di Regione Lombardia sul percorso condiviso con l'intesa del 1° giugno”

10 nov. – Il personale della sanità lombarda è di nuovo in stato di agitazione. Lo dichiarano Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl regionali, a fronte delle ormai troppe mancanze da parte di Regione Lombardia. Dopo l’entrata in vigore della riforma socio-sanitaria, è ancora fermo il percorso, previsto dall’accordo siglato lo scorso giugno, di monitoraggio e analisi delle ricadute e dei fabbisogni. Lavoratrici e lavoratori esigono risposte sulle politiche del personale e sulle risorse disponibili. “Innanzitutto – afferma Gilberto Creston, segretario della Fp Cgil Lombardia - chiediamo il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali nell’avvio del nuovo lavoro di approfondimento delle tematiche connesse alla determinazione dei nuovi fabbisogni di personale legati agli standard assistenziali, al minutaggio e allo skill-mix tra infermiere e personale di supporto”. E ancora: manca una valutazione degli effetti della riforma a seguito dell’approvazione dei piani organizzativi aziendali strategici, sviluppi organizzativi all’interno dei diversi servizi, modalità di utilizzo dei relativi fondi contrattuali; determinazione degli effettivi fabbisogni di personale e analisi del numero di personale precario, diviso per profili professionali; attivazione delle procedure di stabilizzazione. I sindacati lamentano l’assenza “di ogni tipo di dialogo”. La Regione non ha mai risposto alle richieste di incontro inviate negli ultimi quattro mesi. “Regione Lombardia gioca a nascondino”? Domandano provocatoriamente le federazioni regionali, e con loro le Rsu di tutte le aziende socio-sanitarie. “Questo silenzio è inaccettabile”. Si attendono risposte il 22 novembre, quando finalmente dovrebbe tenersi un incontro a Palazzo Lombardia. Fino ad allora l’agitazione prosegue. Anche oltre, se sarà necessario. (aa)

Sanità / Verso un rinnovo contrattuale per l’universalità del servizio e anti disuguaglianze

Ieri al Policlinico Umberto I di Roma l’attivo nazionale delle delegate e dei delegati Fp Cgil della sanità pubblica e privata. La segretaria generale Serena Sorrentino: “Abbiamo a cuore le persone. La presa in carico prima ancora che l’assistenza”.

Continua a leggere >

Beni culturali: firmate le progressioni

Più soldi in busta paga, assunzioni in II area e proroga per i 60 esperti assunti a tempo determinato. Imminente la chiusura delle graduatorie per la mobilità volontaria

Continua a leggere >

Punto contratti / Gli avanzamenti per i diritti nelle Funzioni Centrali

“È necessario continuare in questa direzione, serrando le tappe del confronto, per determinare le condizioni per una definizione dell’ipotesi d’accordo entro il prossimo mese di dicembre” sostiene il sindacato

Continua a leggere >

#CiSiamo / Sorrentino (Fp Cgil): ‘istituire il contratto non è solo un obbligo è un diritto’

Ieri a Bologna, circa 1000 tra delegate e delegati Fp Cgil hanno preso parte all’attivo interregionale del Nord Italia per parlare di aspettative e criticità nella ‘stagione che sta cambiando’ - come ha sottolineato la segretaria generale - visto l’avvio dei rinnovi contrattuali per tutti i lavoratori dei servizi pubblici

Continua a leggere >

#Cisiamo / 9 novembre, Attivo nazionale della sanità

Al Policlinico Umberto I ritrovo di circa 500 tra delegate e delegati della Fp Cgil

Continua a leggere >

Terzo Settore / Lo stato dell’arte al coordinamento lombardo

Migliaia di lavoratori dei servizi alla persona attendono il rinnovo contrattuale, bloccato da tre anni

Continua a leggere >

Comune di Lecco: firmato il contratto decentrato

Soddisfazione della Fp Cgil dopo anni di tensione

Continua a leggere >

#CiSiamo / Al via l’attivo interregionale del Nord Italia

'Ci Siamo! E' tempo di più contrattazione, più diritti, più rappresentanza, più partecipazione'. Domani a Bologna prima tappa per discutere dei rinnovi contrattuali con le delegate e i delegati Fp Cgil, quelli del Nord Italia. Il 16 novembre a Napoli per il Sud. Il 23 novembre a Roma per il Centro.

Continua a leggere >

Sanità / Gli obiettivi della Fp Cgil per i contratti della sanità pubblica e privata

“Innovare il contratto e la contrattazione. Più diritti, più salario, più equità. Un nuovo protagonismo dei lavoratori per migliorare i servizi ai cittadini”

Continua a leggere >

Ispettori del lavoro Bergamo / Pusceddu (Fp Cgil): ‘serve un intervento normativo’

Ieri i sindacati di categoria e confederali dal prefetto con la Direzione territoriale del lavoro

Continua a leggere >

Casa: da diritto a servizio pro tempore

La riforma delle politiche abitative di Regione Lombardia penalizza cittadini e lavoratori delle Aler

Continua a leggere >

#Cisiamo / Sorrentino (Fp Cgil): vogliamo fare un buon contratto

La dirigente sindacale è stata intervistata a ‘Lavoro pubblico’, su Radio Articolo 1, a ridosso delle tante iniziative organizzate a novembre per discutere dei rinnovi contrattuali delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici

Continua a leggere >

Vittime di violenza / Quanto costa l’orrore

Per l’Unione Europea uno Stato deve risarcire le vittime in modo adeguato. L’Italia ha previsto 8.200 euro per gli orfani di femminicidio e 4.800 euro per le vittime di stupro

Continua a leggere >

Fp Cgil Cremona / Maricla Martini eletta in segreteria

La nuova segretaria si dice sostenitrice dei diritti, “prima come persone, poi come lavoratori”. E ancora: “La dignità al primo posto”

Continua a leggere >
*|REWARDS|*