PubblicAzione-Newsletter. Anno VI, N. 31/2017 20 ottobre 2017

Referendum autonomia / Vanoli (Fp Cgil): operazione d’immagine
 
Per la dirigente sindacale lombarda i cittadini dovrebbero porsi davvero il perché della consultazione referendaria, e pure farsi un’altra domanda
 
20 ott. –“È una consultazione inutile e costosa. Immorale anche, se consideriamo che i 50 milioni circa di spesa pubblica referendaria, per la Lombardia, significano 50 milioni a carico dei cittadini, senza che peraltro abbiano come ritorno dei risultati concreti”. Manuela Vanoli, segretaria generale della Fp Cgil Lombardia, non risparmia le critiche, come il suo sindacato, sul voto di domenica 22 ottobre in Veneto e Lombardia per i referendum consultivi sull’autonomia. Chiedere di poter gestire più materie tra quelle “concorrenti” è sbagliato? “La nostra Costituzione lo prevede già, attraverso una trattativa con il governo. E infatti l’Emilia Romagna, partita dopo Veneto e Lombardia, senza sperperare risorse e senza fare scalpore, ha ottenuto dal governo l’ok al confronto per poter avviare lo stesso percorso. Semmai, se l’intento è proprio quello di consultare i cittadini, si dovrebbe farlo su quali materie avere maggiori poteri (art. 117): dalla ricerca scientifica e tecnologica all’alimentazione, dal governo del territorio ai porti e aeroporti civili e alle grandi reti di trasporto e navigazione; dalla produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia alla valorizzazione dei beni culturali e ambientali”. Fuori dai denti, cosa ne pensi? “Parlando della nostra regione: che sia una grande operazione d’immagine del presidente Roberto Maroni, che ha ritrovato visibilità dopo tempi scialbi. Si era insediato da grande innovatore, con il Libro Bianco che doveva rivoluzionare il welfare lombardo. A distanza di 4 anni, il riordino delle aziende sanitarie ha generato difficoltà di organizzazione ancora irrisolte”. Dunque pensi che Maroni stia guardando alle prossime elezioni regionali? “Vorrei che questa domanda se la ponessero cittadine e cittadini. A mia volta, da dirigente sindacale della categoria della funzione pubblica, vorrei porre però a Regione Lombardia ancora una questione”. Quale? “Nella delibera regionale X/1531, del 13 giugno 2017, quella sul referendum per intendersi, Regione si vanta di avere il minor numero di dipendenti pubblici in rapporto agli abitanti tra tutte le regioni italiane e il costo del lavoro più basso, pari a 18,75 euro per ogni cittadino lombardo (seguono Veneto, con 29,38 euro, ed Emilia Romagna, con 35,22 euro. Mentre la media delle Regioni a statuto ordinario è sui 39 euro). Forse, anziché vantarsi di avere poco personale e poco pagato, sarebbe il caso di valorizzarlo, e per farlo non serve alcun referendum”. Andrai a votare? “Sono stata a lungo in dubbio. Continuo a ritenere il diritto al voto anche un dovere e mai consiglierei di non votare. Personalmente però, e con amarezza, questa sarà la prima volta che non voterò”.

Legge di Bilancio / Al via le assemblee unitarie nei luoghi di lavoro

Una lettera dei segretari nazionali Baseotto (Cgil), Ventura (Cisl), Bombardieri (Uil) sollecita tutte le strutture ad “attivarsi rapidamente e unitariamente per predisporre i calendari delle assemblee”

Continua a leggere >

#FpBellaDifferenza / Micalizzi e la Cgil, ‘una spanna più su’

La differenza tra la Cgil e gli altri sindacati? “La stessa che c’è tra un Audi e una 500. Entrambe seguono lo stesso percorso, ma in maniera completamente diversa”

Continua a leggere >

Migranti / Un (primo) voto bello

Giuseppe Massafra della Cgil nazionale lo ha definito un primo, importante passo avanti. “ll Regolamento di Dublino deve essere modificato definitivamente, e al via libera del Parlamento europeo deve seguire, il prima possibile, quello del Consiglio Ue”

Continua a leggere >

PolPen / Assunzioni, anche di responsabilità

I sindacati incontrano, in due riunioni, il ministro della Giustizia Orlando, che s’impegna su rivendicazioni annose. Lo Presti (Fp Cgil Lombardia): spero non sia solo uno spot elettorale

Continua a leggere >

Difesa / Il personale civile si mobilita

Oggi i presidi per chiedere relazioni sindacali più corrette e il rispetto delle lavoratrici e dei lavoratori, progressioni incluse 

Continua a leggere >

Precari Irccs e Izs / I sindacati chiedono un confronto

Fp Cgil-Cisl Fp-Uil Fpl scrivono alle ministre della pubblica amministrazione Marianna Madia, della salute Beatrice Lorenzin, e al presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini

Continua a leggere >

#FpBellaDifferenza / Caputo, nel segno della presenza e della fiducia

Dalle piccole cose per raggiungere quelle più grandi

Continua a leggere >

#FpBellaDifferenza / Spizzico e il suo impegno concreto in tempi difficili

Con la Cgil perché è onesta e trasparente

Continua a leggere >

Legge di Bilancio / Impegni bucati e rispettati

Durissima la Cgil, con la segretaria generale Susanna Camusso, sulla manovra economica per il 2018. E mentre si ventilano mobilitazioni, la categoria della Fp Cgil rivendica come frutto della lotta sindacale il punto segnato per affrontare la partita dei rinnovi contrattuali pubblici

Continua a leggere >

Mit / Elezioni per il rinnovo del Consiglio della Cassa di previdenza e assistenza

Al voto per difendere l’integrazione assistenziale e previdenziale

Continua a leggere >

#FpBellaDifferenza / Roberto Arcellaschi e la ricerca di facce nuove

La Fp Cgil ha portato a casa gli accordi migliori. Questo è un buon motivo – concreto – per votare il quadrato rosso

Continua a leggere >

Pensioni / Punture d’ape

Ape sociale e precoci: tantissime le domande respinte dall’Inps. Già partiti i primi ricorsi anche in Lombardia

Continua a leggere >

Salute mentale / Fada (Fp Cgil): chiediamo commissione esterna su elettroshock a Brescia

Proseguono le lotte di civiltà della Cgil in tema di salute mentale: sulla pratica della Tec mancano dati precisi, a differenza di quanto prescrive la circolare ministeriale Bindi del 15 febbraio 1999

Continua a leggere >

Vigili del Fuoco / #UniciNellaTutela, tutelateci

Domani 17 ottobre lavoratrici e lavoratori del Corpo tornano in piazza Monte Citorio. Ferrari (Fp Cgil Lombardia): “Per l’ennesima volta protestiamo davanti al Palazzo perché i problemi dei vigili del fuoco non sono mai stati risolti”

Continua a leggere >

#FpBellaDifferenza / Pietro Lusvardi: mi ricandido, ‘c’è tanto da fare’

Le idee sono ben chiare in testa ma c’è bisogno della partecipazione massiva dei lavoratori al voto per avere forza in trattativa

Continua a leggere >

Difesa / Ministra Pinotti sollecitata dal personale civile

I sindacati: necessaria la presentazione di emendamenti alla legge di bilancio per dare seguito all’intesa raggiunta lo scorso aprile

Continua a leggere >
*|REWARDS|*