Cerca

#Rsu18 / Marino Merati, Ats Milano CM: ‘la Cgil è la Cgil’

Organizzare meglio il lavoro per offrire un servizio di qualità. Per il candidato della Fp Cgil Ticino-Olona questo è l’obiettivo
29 mar. – “Perché scegliere la Cgil? Perché la Cgil è la Cgil!”. Lo dice Marino Merati, candidato alle Rsu all’Ats Milano Città Metropolitana, l’azienda che ha accorpato 4 ex Asl:  Asl Milano, Asl Milano 1, Asl Milano 2, Asl Lodi. Un’integrazione non indolore per i dipendenti. Merati, che è tecnico della prevenzione, racconta: “Non è facile mettere insieme 4 aziende con 4 organizzazioni e distribuzioni dei fondi diverse. Da un punto di vista economico, c’era chi percepiva più fondi e chi meno, e il livellamento è stato verso il basso o medio per tutti. Non si è cercato di portare tutti verso l’alto. Da un punto di vista organizzativo c’è ancora molta incertezza, uniformare è difficile e mancano direttive precise. Per di più siamo stati trasferiti da una sede all’altra, chi da Parabiago a Rho, chi da Magenta a Milano e così via. Ma una persona che guadagna 1.300 euro al mese ha un aggravio sullo stipendio non indifferente quando ogni giorno col proprio mezzo deve spostarsi di molti km”. Per il candidato della Fp Cgil la riforma socio-sanitaria ha infierito non solo sui lavoratori, ma anche sui servizi al cittadino. “A mio avviso il territorio fuori Milano non è stato valorizzato. C’è stato un tentativo di accentramento, tralasciando le peculiarità del territorio circostante che andavano trattate in modo diverso. Se sarò rieletto, vorrei impegnarmi per servizi il più possibile vicini all’utenza, visibilmente presenti, con meno disagi per lavoratrici e lavoratori. Se si lavora bene tutti, si dà un servizio migliore”. Tornando alla domanda iniziale, perché scegliere la Cgil: “In questi anni chi ha cercato di difendere il lavoro in ogni modo, anche con battaglie solitarie, è stata la Cgil. Altri sindacati non si sono spesi sui diritti dei lavoratori”. (aa)
angela.amarante | 29 marzo 2018, 09:05
< Torna indietro