Cerca

Nidi SG / Sciopero sempre più caldo per la chiusura del centro di via XX Settembre

S’inasprisce il clima in merito ai nidi comunali sestesi. Dopo lo sciopero del 16 marzo, sabato 17 manifestazione dei comitati genitori, con la Cgil, anche sull’aumento delle rette dei centri ricreativi estivi
13 mar. – “Siamo sempre più determinati allo sciopero di venerdì 16. Non solo l’amministrazione non si confronta con le parti sociali e con i comitati dei genitori sul riordino degli 8 asili nido comunali di Sesto San Giovanni, ma ha deciso già di chiuderne uno, quello di via XX Settembre, e di acquistare posti nido da privati. E lo ha fatto sapere con un comunicato stampa. Indecoroso”. Va giù dura Alexandra Bonfanti della Fp Cgil Milano. Ieri, nel tardo pomeriggio, in municipio si è riunita la commissione consiliare che ha discusso del bilancio di previsione e del riordino dei nidi. Davanti al Comune, sindacalisti, educatori, genitori con i loro bambini per rivendicare la difesa del servizio pubblico. “Tutti avrebbero voluto poter assistere alla commissione per capire, ognuno dal proprio punto di vista, la sorte dei nidi. Ma non ci hanno fatti entrare, nonostante le commissioni siano pubbliche. Per cui comprensibilmente ci sono stati reclami” racconta Bonfanti. La Fp Cgil di Milano, con il suo confederale, hanno già deciso di aderire, il giorno dopo lo sciopero, alla manifestazione organizzata dal comitato genitori nidi Sesto e dal forum comitati genitori delle scuole sestesi sia per l’allarme nidi sia per l’aumento delle rette dei centri ricreativi estivi. “La nostra mobilitazione andrà avanti fino a quando non otterremo risposte che garantiscano i diritti dei lavoratori e dei cittadini” chiude la sindacalista.
tiziana.altea | 13 marzo 2018, 09:22
< Torna indietro