Cerca

Fondo Perseo Sirio: le novità del contratto Funzioni Locali

Prima dell’ultima legge di bilancio, e della firma dei rinnovi contrattuali, i dipendenti pubblici avevano meno vantaggi rispetto ai privati. Ora finalmente si interviene positivamente anche in materia di previdenza complementare
7 mar. – Il nuovo contratto Enti Locali ha portato novità per la polizia municipale in tema di previdenza. Le nuove norme prevedono, oltre all’obbligo di informativa da parte dell’ente (così come avviene ora in tutte le pubbliche amministrazioni), la possibilità di destinare i proventi delle violazioni del codice della strada al fondo Perseo Sirio, al welfare integrativo o a progetti di produttività. “Da sottolineare – spiega Claudio Tosi, segretario della Fp Cgil Lombardia – che se si sceglie di destinare i proventi alla previdenza complementare, non c’è nessun obbligo di iscrizione al fondo. Al termine del rapporto di lavoro quei soldi verranno riconosciuti. L’adesione alla previdenza complementare è sempre libera”. Le norme saranno applicabili appena ci sarà la firma definitiva del nuovo contratto. “Da segnalare – continua Tosi - anche la parificazione tra dipendenti pubblici e privati sulla deducibilità del contributo versato e sulla fiscalità dei rendimenti. La tassazione, per i pubblici, scende al 15%, ulteriormente abbattibile rispetto agli anni di anzianità di iscrizione al fondo, fino al 9%”. (aa)
angela.amarante | 07 marzo 2018, 08:00
< Torna indietro