Cerca

Casa di riposo Scarpari-Forattini: cambio di contratto unilaterale

Rotte le relazioni sindacali coi vertici della Fondazione. Giusti (Fp Cgil Mantova): “Mantengano gli impegni, ripristinino il contratto delle funzioni locali”
28 mar. – Le organizzazioni sindacali mantovane hanno diffidato i vertici della casa di riposo Scarpari – Forattini di Schivenoglia. “Entro il 29 marzo devono ripristinare il contratto delle funzioni locali alle 24 lavoratrici cui è stato imposto il contratto Uneba. Altrimenti metteremo in campo le azioni sindacali adeguate, fino alle vie legali se necessario”. A dirlo Elena Giusti, segretaria generale Fp Cgil Mantova. La vicenda è cominciata a fine 2018. “A novembre – racconta Giusti – il cda ha deliberato il recesso unilaterale dal contratto enti locali. Solo il 28 dicembre, quindi più di un mese dopo, ci hanno inviato comunicazione di incontro. Abbiamo parlato con le lavoratrici, ci hanno dato mandato di non accettare il cambio del contratto e con questa intenzione ci siamo seduti al tavolo con l’azienda”. Secondo i sindacati non ci sono le condizioni per modificare il tipo di contratto perché, al momento della trasformazione da ex-ipab a fondazione,  era già stata presa la decisione di mantenere quello degli enti locali per le dipendenti già in servizio. Una scelta non rescindibile. Questioni di contabilità avrebbero spinto il cda, a suo dire, a operare il cambio unilaterale. “Abbiamo mantenuto aperto il tavolo perché l’azienda voleva spiegarci come armonizzare i due contratti, nel frattempo abbiamo preteso che mantenesse lo status quo – continua Giusti -. Non è stato così: con le buste paga di gennaio è stato applicato il contratto Uneba. Il presidente è venuto meno agli impegni presi”. Da qui la rottura delle relazioni sindacali. (aa)
angela.amarante | 28 marzo 2019, 09:40
< Torna indietro