Cerca

Pa / Fp Cgil: senza #AssunzioniSubito cadranno diritti

Pochi, anziani e in sovraccarico: i dipendenti pubblici in Italia non bastano a garantire i servizi ai cittadini, e sarà sempre peggio se non verrà coperto il turnover. La Fp Cgil esorta il governo ad assumere e lavoratori e cittadini a lottare per i diritti di tutte e tutti
 
5 mar. – Almeno 500mila assunzioni in tre anni. A chiederle è la Fp Cgil nazionale che lancia la campagna #AssunzioniSubito. Le 500mila serviranno a coprire i futuri pensionamenti, non basteranno a coprire le piante organiche già in carenza ma almeno permetteranno la tenuta dei servizi. In caso contrario, gli sportelli, gli ospedali, gli uffici pubblici resteranno totalmente sguarniti. L’allarme del sindacato si basa sui dati: dal 2009 ad oggi nel lavoro pubblico si registrano circa 165 mila unità in meno, così come emerge dai dati del Conto Annuale dello Stato. Per la prima volta in tutti i comparti dei servizi pubblici si supera l’età media dei 50 anni. Nei prossimi anni si prevede dunque, inevitabilmente, un’accelerazione delle uscite, anche (ma non solo ) per via di Quota 100. Saranno circa 500 mila le uscite in 3 anni, di cui 150 mila con la nuova misura di governo. “Se non si procede immediatamente con un piano straordinario di assunzioni di giovani nelle pubbliche amministrazioni le conseguenze saranno inevitabili – mette in guardia la categoria -. Come abbiamo cercato di esprimere con la nostra campagna, infatti, senza nuove assunzioni sarà inevitabile vedere i diritti di tutti cadere a pezzi”. Nel nostro paese ci sono 50 dipendenti pubblici ogni 1000 abitanti. In Spagna 60, in Francia 83, nel Regno Unito 78, negli Stati Uniti 71. “Il perimetro di intervento dei servizi pubblici continuerà ad arretrare, ci saranno meno servizi per i cittadini e il sistema finirà al collasso, a vantaggio delle privatizzazione dell’aumento delle disuguaglianze. Da qui la nostra rivendicazione, per tutte e tutti: un piano straordinario di nuova occupazione nei servizi pubblici che garantisca i diritti dei cittadini e dei lavoratori”, chiude la Fp. (aa)
angela.amarante | 05 marzo 2019, 07:00
< Torna indietro