Cerca

Rsa Milanesi e Frosi di Trigolo / Picche contrattuale

Negri (Fp Cgil Cremona): “L’amministrazione dimentica che gestisce un patrimonio pubblico il cui motore sono lavoratrici e lavoratori
14 dic. - Alla fondazione Milanesi e Frosi di Trigolo, in provincia di Cremona, era già stato indetto lo stato di agitazione quest’estate, quando il cda aveva deliberato l’applicazione del contratto Uneba a tutti i nuovi assunti da gennaio 2019, senza nessuna informazione preventiva ai rappresentanti dei lavoratori. Dal prefetto la presidente della fondazione si era impegnata al confronto sindacale e solo al termine sarebbero state prese le decisioni del caso. Ma gli impegni sono stati completamente disattesi. Racconta Sabrina Negri, segretaria generale Fp Cgil Cremona: “Due settimane fa ci siamo incontrati e ci è stata comunicata la scelta di applicare il contratto Uneba a tutti, vecchi e nuovi assunti”. L’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori ha dato mandato ai sindacati di contrastare questa decisione. “Valuteremo ogni iniziativa da intraprendere – annuncia Negri - . Abbiamo già inviato richiesta di incontro urgente al sindaco di Trigolo (la nomina dei componenti del cda è di competenza del Comune) e al parroco, visto il ruolo significativo che hanno in questa comunità”. Quanto alla trattativa con l’azienda, Negri sottolinea: “Proponiamo che venga mantenuto l’attuale contratto enti locali e siamo disposti a ragionare su un contratto integrativo che garantisca sostenibilità. Queste amministrazioni dimenticano che gestiscono patrimoni pubblici e che il motore sono i lavoratori, dovrebbero rispondere solo a logiche che favoriscano l’interesse pubblico, invece scelgono la via più semplice: la speculazione sul costo del lavoro”. (aa) 
angela.amarante | 14 dicembre 2018, 12:21
< Torna indietro