Cerca

Sesto San Giovanni / I sindacati vogliono essere convocati sul piano di rientro

L’amministrazione comunale ha 21 milioni di disavanzo

4 dic. – Con la procedura di pre-dissesto finanziario va previsto anche il piano di rientro e quello del Comune di Sesto San Giovanni è pari a 21 milioni di euro. Va da sé che i sindacati temano ripercussioni sui servizi e così anche sui livelli occupazionali. “Abbiamo chiesto un confronto specifico sul piano di riequilibrio ma la convocazione ricevuta per mercoledì 12 dicembre riguarda problematiche specifiche dei servizi educativi. Invece noi rivendichiamo di essere coinvolti sui conti anche in quanto rappresentanze sindacali. Non va bene che il sindaco su un tema così complesso e delicato abbia riunito i soli dipendenti” afferma Alexandra Bonfanti della Fp Cgil Milano. Quanti sono i dipendenti? “Attualmente 667. Temiamo esternalizzazioni e privatizzazioni, dunque la tenuta dei servizi in termini quali-quantitativi. Ma anche, sul fronte degli istituti contrattuali, la cancellazione del premio di produzione per il 2019 che, è bene ricordarlo, già l’anno corso è stato sfoltito di 300mila euro” chiude Bonfanti.

tiziana.altea | 04 dicembre 2018, 09:00
< Torna indietro